Libro

22 novembre 2020

Review Party: Le Cronache di Alabaster di Leonardo Tomer #1

  Buongiorno lettori,
oggi porto alla vostra attenzione la recensione che ho realizzato per il blogtour de Le cronache di Alaster di Leonardo Tomer. Un libro di cui presto parlerò il prossimo mese in modo dettagliato. Al momento ringrazio Morgan's Stories World(Instagram: morganstr1200) per aver realizzato l'evento e Leonardo Tomer per aver fornito la copia cartacea. 



Titolo: Le cronache di Alaster #1
Autore: Leonardo Tomer
Editore: Albatros


Sono passati secoli dalla terrificante guerra contro il Vuoto. I Draghi hanno abbandonato i mortali a loro stessi e qualsiasi forma di magia spontanea sembra quasi scomparsa del tutto. Ciò che ne è rimasto sono dissapori tra le diverse razze: gli elfi si sono isolati nella loro foresta da tempo, e i nani, decimati da sanguinose guerre, restano rintanati nei loro domini. Gli umani e le mezze razze si sono spartiti il resto. E' in questo scenario che il destino di Alaster, un giovane mercenario, si intreccia con quelli del mezz'uomo Marcel e della Maga Myra durante la ricerca del preziosissimo Occhio del Drago, portandolo al risveglio di un antico potere sopito dentro di lui e alla sbalorditiva coscienza delle sue misteriose origini. Leonardo Tomer ci accompagna attraverso i luoghi incantati di Jordin, abitati da creature leggendarie, dove spesso i personaggi si troveranno coinvolti in duelli estremi.


La lettura di questo romanzo è stata scorrevole e appassionante. Un libro che secondo me non può mancare nelle librerie di un appassionato del genere fantasy, infatti non ho potuto far a meno di amare questa storia. Ciò che mi è piaciuto non è solo la componente fantasy ma anche lo stile dell'autore, tanto da rendere un romanzo molto descrittivo piuttosto scorrevole e ciò gli fa onore.
Un fantasy con un mondo così ben descritto secondo me è adatto anche nelle scuole perché porta messaggi molto importanti e può affascinare tutti. Ho parlato al telefono con la mia amica e appena le ho raccontato di questo libro si è innamorata della storia, a tal punto che l'acquisterà!
Ci sono molte cose che andranno approfondite sicuramente nei romanzi successivi che scriverà l'autore ... e io non vedo l'ora! Ammetto di essermi innamorata di questo libro appena ho visto la copertina dato che ho sempre amato i draghi. In questa stora non ci sono solo i draghi ma anche elfi, nani  oltre agli umani.
Dalla trama si apprende che sono passati secoli dalla guerra piuttosto violenta contro il Vuoto, dove i Draghi hanno abbandonato i mortali a loro stessi. Senza contare che la magia è quasi scomparsa del tutto e ciò che rimane è solo un immenso dissapore fra le diverse razze che componfono questo mondo. Rendetevi conto che gli elfi sono ormai isolati nella foresta, i nani sono stati decimati e rimangono rintanati nei loro domini in modo da stare al sicuro. Gli umani e le mezze razze che compongono questo mondo si sono spartiti il resto. 
Ed è qui che i destini di tre protagonisti fondamentali a livello di storia si intrecciano fra loro ... sto naturalmente parlando del giovane mercenario Alaster, del mezz'uomo Marcel e della Maga Myra che vanno alla ricerca del preziosissimo Occhio del Drago portando al risveglio si un antico potere addormentato dentro di lui e all'incredibile coscienza delle sue origine così misteriose.
L'ambientazione sembra così reale e incantata come se ci trovassimo davvero lì, in mezzo alle creature ai combattimenti e alla lunga avventura che i protagonisti devono intraprendere. Ci sono scene che mi sono piaciute di più di altre e alcuni riferimenti che mi hanno ricordato Lo Hobbit di Tolkien.
Essendo un high fantasy è normale che la componente principale sia il viaggio e che alla fine di esso tutti siano un po' cambiati. Vediamo in tutti i personaggi maturare dei sentimenti profondi di amicizia e questo uno dei temi che ho apprezzato maggiormente. L'amiciza è un tema fondamentale in questo romanzo e la sua evoluzione mi ha fatta emozionare.
Le scene dei duelli poi sono descritte alla perfezione e mi hanno fatta venire voglia perfino di imparare ... in realtà sono una grande appassionata e leggere in un libro scene così ben spiegate, mi ha fatto appassionare ancora di più.
Spero che un secondo volume esca presto perché mi sono innamorata di questa storia e non vedo l'ora di sapere come continuerà. 
Consiglio questo libro a chi vuole iniziare un epica avventura all'interno del genere fantasy per perdersi in luoghi incantati e conoscere creature leggendarie. Una storia indimenticabile che lascia il fiato sospeso fino alla fine e che riesce a far appassionare.


  • Tempo impiegato: Un giorno
  • Voto: 8/10
  • Lettura: Scorrevole
  • Copertina: 10/10. La copertina è meravigliosa e rispecchia il libro. Infatti si percepisce già quanto sarà misterioso  e dire che è bellissimo è vermante poco. Questo romanzo traspira di draghi e io li amo!
  • Ambiente: 10/10. Le descrizioni riguardo all'ambiente sono talmente tante che che è impossibile non conoscere alla perfezione dove ci troviamo e che cosa accade intorno a noi. Impressionante è lo stile con cui  Leonardo Tomer descrive ogni cosa e la rende reale. Oltre questo tutti i pensieri sono spiegati alla perfezione e non lasciano spazio a dubbi o incertezze, perché ogni cosa è spiegata nei minimi dettagli. 
  • Personaggi: 10/10. I personaggi sono tutti ben caratterizzati e abbiamo subito idea del loro carattere ma soprattutto dei loro pensieri.  
  • Storia: 10/10. Una storia unica narrata in  un modo geniale che vi riempirà di mille domande e non riuscirete a metter a tacere il desiderio che vi divora di voler sapere sempre di più. Una storia che lascia senza fiato a causa dei tanti colpi di scena che Leonardo Tomer con la sua maestria ci racconterà. 

Buona Lettura!














Nessun commento:

Posta un commento